Skip to content

La nostra storia

OGGI
# 25 gli addetti tra dirigenti e collaboratori
# 2.000 i mq totali dello stabilimento storico di Desio che comprende:
- 1 palazzina con gli uffici direzionali
- 1 magazzino per lo stoccaggio di non meno di 100 tonnellate di materie prime
- 3 reparti produttivi con 100 macchine per la lavorazione del filo metallico
- 1 reparto di ripresa con 20 macchine dedicate alla finitura superficiale delle minuterie
- 1 magazzino attrezzato per le verifiche finali e il confezionamento con 8 macchine automatiche di controllo e 4 contapezzi elettroniche
- 1 ufficio tecnico e un'officina per la realizzazione di macchine e attrezzature e la manutenzione delle stesse
# 400.000.000 i pezzi prodotti in media ogni anno (800.000.000 di pezzi la capacità produttiva complessiva)
# 50 e più i paesi dove si esportano le minuterie
2019
24 Settembre: anche il Sig. Salvatore (Rino) Monguzzi (il terzo e ultimo dei “fratelli Monguzzi”) lascia l’azienda per la quale ha speso l’intera vita lavorativa (e non solo!) contribuendo in modo determinante a promuovere e mantenere i migliori rapporti commerciali con tutti i Clienti e i Fornitori strategici. Prosegue l’attività il Sig. Bruno Monguzzi coadiuvato dai figli Elena e Davide (quarta generazione!), i nuovi “fratelli Monguzzi”.

Dal 12 al 15 di Novembre, Monguzzi & C. torna ad esporre a PRODUCTRONICA, la più importante fiera d’Europa del settore elettronico.
2018
ICIM, a Maggio, certifica che il SGQ ora soddisfa i requisiti della norma ISO 9001:2015.

Il 4 Novembre muore, all’età di 88 anni, il Sig. Camillo Monguzzi, “storico” socio dell’azienda fino al 2010.
2016
L’anno si apre con una importante riorganizzazione dei reparti di produzione. Ricollocando opportunamente diverse macchine, si è creato uno specifico reparto per la produzione dei prodotti standard (articoli per illuminotecnica e bigiotteria) con l’obiettivo di migliorarne ulteriormente la gestione e, conseguentemente, la soddisfazione dei Clienti.
2015
A inizio anno entra in funzione una nuova macchina progettata e realizzata internamente per la produzione di terminali con testa con lunghezza fino a 100mm.
A Marzo si crea e si coglie l’opportunità di esporre a MECSPE in uno stand con buona visibilità.
2012
Da fornitore del settore elettronico a cliente! Micrometri laser applicati alle macchine di produzione migliorano sensibilmente il monitoraggio della produzione mentre un sistema di misurazione dimensionale tramite immagini a doppia telecamera messo a disposizione del controllo finale velocizza drasticamente la verifica delle minuterie a forma complessa, elimina le differenze dovute agli operatori e semplifica la raccolta e l’analisi statistica dei dati.
Da quest'anno, Monguzzi & C. può fornire anche articoli torniti.
2011
Una macchina di controllo automatica entra a far parte del parco strumenti a disposizione del controllo finale. Un investimento che permette di incrementare notevolmente il numero di misurazioni eseguite con l’obiettivo di avvicinarsi allo “scarto zero” richiesto dai Clienti.
2010
Dopo 65 anni e un determinante contributo alla crescita tecnologica dell’azienda, il Sig. Camillo Monguzzi lascia ufficialmente la società fondata dal padre.
2009
Si registrano due migliorie in ambito commerciale: il sito web rinnovato nella grafica e nei contenuti (nuove immagini mostrano l’ampia gamma di forme ora realizzabili) e la collaborazione con un’agenzia di vendita. Migliorie introdotte per far conoscere a nuovi mercati le potenzialità dell’originale tecnologia sviluppata in questi ultimi anni dall’ufficio tecnico.
2004
L’azienda torna ad investire negli strumenti di controllo ed acquista una macchina di misura ottica in grado di verificare con “oggettività”, maggiore precisione e più velocemente le minuterie che, di anno in anno, hanno assunto forme più complesse riducendo contemporaneamente le tolleranze dimensionali. A settembre dello stesso anno, a conferma della buona organizzazione generale, l’azienda ottiene la certificazione del SGQ da parte di ICIM (certificato n. 3187).
2003
Il Sig. Bruno Monguzzi (terza generazione) sostituisce il padre Ernesto ed affianca gli zii Rino e Camillo nella conduzione dell’azienda.
1993
L’ufficio tecnico (ora dotato di CAD) progetta e realizza una nuova macchina più potente per la produzione di minuterie fino a 3 mm di diametro (nel giro di dieci anni le macchine diventano 7).
1986
L’azienda dà inizio alla riconversione della maggior parte delle macchine per la lavorazione del filo (50 tra stampatrici e piegatrici) con l’obiettivo (raggiunto) di produrre minuterie in grado di soddisfare i requisiti di precisione che l’industria elettronica (ma non solo) richiede per l’assemblaggio automatico dei componenti. Per far fronte a questo impegno, rafforza la propria officina con l’acquisto di adeguate macchine utensili.
1985
Ha inizio la produzione di barrette a sezione tonda ed estremità tronco-coniche che consentono all’azienda di entrare in contatto diretto con l’industria dell’automobile.
1983
L’ufficio tecnico mette a punto un originale sistema per la produzione di spine di contatto a sezione quadrata ed estremità tronco-piramidali per l’industria elettronica. Dieci anni e 20 macchine dopo, l’azienda è ormai a pieno titolo uno dei maggiori produttori europei di “pin quadri”.
1976
L’azienda decide di ampliare e diversificare ulteriormente la propria produzione e acquista, nel giro di 4 anni, 9 macchine piegatrici per la lavorazione di fili e nastri metallici.
1975
L’azienda si affaccia per la prima volta nel campo dell’elettronica soddisfacendo con ben 10 macchine la richiesta inoltrata da un Cliente per la produzione di 1.000.000 di terminali al giorno. Il settore elettronico diventerà in breve tempo il principale mercato per le minuterie prodotte dall’azienda.
1946 - 1975
Sono anni di continuo sviluppo durante i quali l’azienda:
- cambia due volte ragione sociale (nel 1954, per l’uscita del socio, diventa ANGELO MONGUZZI; nel 1973, con la scomparsa del fondatore, prende la denominazione attuale)
- amplia a più riprese lo stabilimento fino ad arrivare, nel 1970, alle dimensioni attuali
- nel campo della minuteria, produce spilli per lampadari e per camiceria in ottone, punte in acciaio per la posa in opera della carta da parati, ecc.
- si ingegna per alcuni anni a costruire serrature per mobili e bruciatori
- si cimenta nel 1957 anche nella costruzione di stufe a gas in ghisa la cui produzione si protrae con lusinghieri risultati per oltre 15 anni (da sottolineare che alcune stufe sono tuttora perfettamente funzionanti!)
- per una decina d’anni (1949-1959), pone in vendita sui mercati esteri (U.S.A., America latina, Grecia, Cecoslovacchia, Egitto, ecc.) le macchine per la produzione di spilli realizzate per il proprio fabbisogno.
E’ degli anni ‘60 una “storica” commessa ricevuta dall’azienda americana Sprague per la produzione di un articolo in tantalio puro. Articolo che, poi si è scoperto, è stato utilizzato dalla N.A.S.A. per la costruzione del LEM, il veicolo che è servito agli astronauti per muoversi sul suolo lunare nella spedizione del 1969.
1937 - 1945
L’azienda comincia a crescere e ad investire (nuove macchine di produzione, un forno di tempra, ecc.) per ampliare la gamma dei propri prodotti (ora produce anche articoli tranciati per ferramenta, come i ganci per i quadri).
01storia01
1936
Angelo Monguzzi acquista la prima macchina per la produzione di spilli per sartoria e dà vita, insieme al cognato, alla ANGELO MONGUZZI & C. Quanto necessario alla produzione è sistemato in locali di circa 100m² adiacenti l’abitazione (l’attuale reparto di finitura). La capacità produttiva è di circa 20 kg di spilli al giorno e gli acquirenti sono i rivenditori di articoli per sartoria e merceria.